Dove si trova?

Quando è possibile includere Olkhon nel viaggio?

Nel definire l'itinerario del tuo viaggio in transiberiana, è importante considerare che Olkhon richiede minimo 2 notti di permanenza.

Questo perché il viaggio da Irkutsk a Olkhon richiede 6-7 ore ca. Parte del viaggio è su via non asfaltata e parte in traghetto per raggiungere Olkhon dalla terraferma. Si arriva a Olkhon da Irkutsk verso le 15-16 e non si ha tempo il primo giorno per una escursione. Pertanto se si stesse solo 1 notte, si dovrebbe partire per Irkutsk la mattina successiva, senza avere tempo per le visite.

Per avere 1 giorno pieno per le visite, suggeriamo pertanto almeno 2 notti di soggiorno a Olkhon, meglio 3 notti.

In caso il progetto di viaggio non consentisse di dedicare 2-3 notti a Olkhon, suggeriamo di orientarsi su altre opzioni. Una possibilità è ad esempio Listvjanka che si trova sempre sul lago ma ad 1 ora ca. di auto da Irkutsk. Si raggiunge facilmente su strada asfaltata.

Listvjanka si può fare con un solo pernottamento ed è logisticamente molto comoda per ulteriori escursioni sul lago di qualche ora.

Come arrivare sull'isola di Olkhon?

Da Irkutsk si arriva a Olkhon via terra, con un attraversamento in traghetto.

Se arrivate a Irkutsk in treno, il nostro autista vi incontra al vagone con un cartello con vostro nome e cognome, come al solito. L'autista vi porta al mercato, posto da cui partono i minivan migliori rispetto a quelli che partono dalla stazione. L'autista vi accompagna fino al minivan, si assicura che siate in lista dei prenotati e che tutto sia OK. Il minivan vi porta fino al vostro alloggio a Olkhon.

La strada da Irkutsk arriva fino al villaggio di Sakhyurta, a 255 km da Irkutsk. A Sakhyurta c'è il porto da cui parte il traghetto per Olkhon.

Traghetto per Olkhon
Traghetto dal villaggio di Sakhyurta sulla terraferma all'approdo nella estremità sud dell'isola di Olkhon

Il minivan ha il grande vantaggio di avere una fila privilegiata per salire sul traghetto e quindi non dovrai attendere come le auto in fila.

Coda per il traghetto per Olkhon
Il minivan che userai ha una corsia privilegiata che consente di saltare la fila della auto, sempre lunga e presente all'imbarco del traghetto

Il traghetto percorre un breve tratto fino a raggiungere l'approdo nella parte sud dell'isola. Da lì si prosegue fino a Khuzhir, villaggio principale dell'isola.

Le strade sull'isola sono sterrate e costituite in gran parte da sabbia battuta.

Strada sull'isola di Olkhon
Strada sterrata, in sabbia battuta, come tutte quelle presenti sull'isola di Olkhon

Caratteristiche generali dell'isola di Olkhon

L'isola di Olkhon, con accento sulla seconda o, (Остров Ольхон in russo) è situata nella parte centrale del lago Bajkal, nei pressi del punto in cui il lago raggiunge la sua massima profondità ossia ben 1642 metri.

È l'isola più grande del lago Bajkal: la lunghezza dell'isola è di 73,5 km e la larghezza fino a 15 km; la superficie è di 730 km quadrati. La distanza da Irkutsk è di 256 km.

Nell'isola sono concentrate tutte i vari paesaggi che può offrire la natura sulle rive del lago Bajkal.

Il punto più alto dell'isola è il monte Zhima (г. Жима o Ижимей in russo) con una altezza di 1274 metri.

L'isola si caratterizza per un clima particolare: in estate è più caldo, mentre in inverno è più freddo rispetto alle zone attorno al Bajkal.

Sull'isola sono presenta 9 centri abitati, che appartengono al municipio di Khuzhir, principale villaggio dell'isola. La maggior parte di essi è situata nella parte occidentale, stepposa, dell'isola. I residenti al primo gennaio 2019 sono 1744 persone, di cui 1350 vivono a Khuzhir. L'etnia è russa e buriata.

Servizi presenti sull'isola di Olkhon

Tutte le case presenti sull'isola di Olkhon hanno 1 o 2 piani. L'unico edificio in mattoni è l'asilo. Le strade sono sterrate ma ben battute e praticabili.

Per antica tradizione mongola, il villaggio è strutturato in questo modo: una via centrale, sulla quale si svolge la vita cittadina. La via centrale di Khuzhir ha nome Bajkalskaja.

Operatori di telefonia mobile.

Sono presenti tutti i principali operatori russi. Nel villaggio la copertura è soddisfacente. Fuori dal villaggio è scarsa o assente.

Bancomat

Sull'isola non sono presenti bancomat. In alcuni negozi è possibile pagare con la carta ma spesso solo di banche russe. È pertanto indispensabile munirsi una cifra sufficiente in contanti in rubli prima di arrivare sull'isola.

Alimentari

Nella via centrale ci sono alcuni grandi negozi di alimentari in cui si trova tutto l'occorrente per la vita quotidiana. I costi sono ca. 20-30% superiori rispetto a Irkutsk ma non stupisce, essendo un'isola.

Noleggio mezzi di trasporto

A Khuzhir ci sono noleggi di biciclette e di quad (moto-fuoristrada a 4 ruote). Il costo del noleggio bici all'incirca è di 100 rubli/ora, 500 rubli/giorno, 800 rubli per 24 ore. Per i quad il costo è di 2000 rubli/ora.

Non c'è noleggio automobili.

Noleggio bici a Olkhon
Noleggio bici all'isola di Olkhon: opzione economica per muoversi sull'isola.

Ospedale e farmacia

Sempre nella via principale si trova l'ospedale e annessa una farmacia. La farmacia funziona 24h e ha tutti le medicine di base.

Centro informazioni e escursioni (Pro loco)

Si trova sempre nella via principale, al numero 29. Davanti alla pro loco si fermano gli autobus pubblici provenienti da Irkutsk. Si possono acquistare souvenir, prenotare escursioni e ricevere informazioni turistiche.

Cose da vedere a Olkhon

Le cose da fare e da vedere sull'isola sono molte.

Se sei tirato coi tempi ossia hai solo 2 notti e 1 giorno a disposizione, sicuramente da fare è l'escursione di una giornata che tocca tutti i punti di nota della parte nord dell'isola.

Se hai 3 notti, puoi approfondire altre parti dell'isola: laghi, spiagge, il monte Zhima a sud e molto altro.

Capo Burkhan

È il capo più noto del lago (si considera il simbolo del lago Bajkal), celebre per il suo scoglio che viene chiamato Shamanka (in russo Шаманка).

Il nome deriva dal fatto che per molti secoli questa parte dell'isola è stata un posto molto importante per la religione sciamanica. Qui gli sciamani offrivano le vittime sacrificali allo spirito del lago, indovinavano il suo volere e lasciavano a bocca aperta i loro seguaci, attraversando magicamente lo scoglio da parte a parte.

Le persone del posto, tuttora temono questo posto, mentre i turisti spensierati ogni si raccolgono sulle spiagge del capo Burkhan in cerca di emozioni forti.

Nei dintorni del capo Burkhan, gli archeologi hanno trovato una gran quantità di reperti (parte dei quali è possibile vedere presso il museo Rebjanika): siti del neolitico, sepolture dell'età del bronzo, e persino armi di giada.

Capo Burkhan e scoglio Shamanka
Nei pressi del villaggio di Khuzhir si trova il capo Burkhan, uno dei simboli del lago Bajkal

Capo Khoboj

Capo Khoboj (in russo Мыс Хобой, che in buriato significa “dente canino”) è il capo più a nord dell'isola di Olkhon.

A capo Khoboj crescono erbe come i licheni arancioni, il timo dal quale la gente del posto ricava preparati tonificanti e curativi.

Al capo, si possono spesso vedere persone che praticano la meditazione. Sugli scogli ci sono persino strani segni, il più antico dei quali è un nido di aquila, che, secondo la leggenda, esiste da più di mille anni e nel nido vive l'aquila più vecchia del lago.

Capo Khoboj, Olkhon
Capo Khoboj è il capo più a nord dell'isola di Olkhon

Il golfo di Sarajskij

Il posto più frequentato dell'isola è il golfo di Sarajskij con la sua spiaggia di sabbia di circa 3 km, situato proprio accanto al villaggio di Khuzhir (trovarlo è pertanto molto semplice).

Qui l'acqua è più calda rispetto ad altri posti sull'isola di Olkhon, pertanto anche i bambini sguazzano nell'acqua per giornate intere.

Nei pressi del bagnasciuga, il fondale è costituito da piccolo ciottolato. Ma già a qualche metro dalla riva il fondale è esclusivamente sabbioso. L'acqua diventa profonda con gradualità.

Il golfo di Sarajskij, isola di Olkhon
Il golfo di Sarajskij, non lontano dal villaggio di Khuzhir ha una spiaggia in sabbia lunga 3 chilometri circa

Capo Budun

Il capo Budun (che in lingua buriata significa “grasso”) è una larga terrazza panoramica naturale, situata nella zona centro-occidentale dell'isola di Olkhon. Dal capo si vede una gran parte dell'isola di Olkhon e tutto il Piccolo Mare. La scogliera è alta 100 metri sul livello del lago.

È caratterizzata dalla presenza di timo che cresce sulla spiaggia e di rara tipologia di bosco di latifoglie. Numerose sono in questa zone le volpi.

Capo Budun
Capo Budun è un'ampia terrazza panoramica naturale da cui si gode la vista del Piccolo Mare e di gran parte dell'isola di Olkhon